viagra generico comprare viagra cialis originale super kamagra acquisto kamagra acquisto viagra cialis generico acquisto viagra viagra donne levitra prezzo levitra generico kamagra 100 mg cialis prezzo cialis 20 levitra senza ricetta Cialisgenerico acquisto cialis cialis senza ricetta

uggs sko louis vuitton oslo nike sko polo ralph lauren dame louis vuitton norge oakley norge parajumpers norge oakley briller polo ralph lauren salg moncler jakke ray ban solbriller canada goose norge ray ban norge woolrich jakke parajumpers salg



Home Page > La nostra fondatrice > Le figlie scrivono alla Madre > Testimonianza

Testimonianza

   In onore di questa giornata mi sono fermata a riflettere sull'importanza e sul significato del "carisma". Nel vocabolario viene indicato come "un dono soprannaturale concesso ad una persona a vantaggio della comunità" o come "complesso delle facoltà straordinarie che una persona possiede...".
Mi sono fermata a pensare alla storia di Madre Clelia, raccontatami da una persona il cui carisma potrebbe alimentare il mondo intero. All'inizio non capivo il senso di una vita immolata al sacrificio e all'accettazione delle sofferenze ed ero presa dalla rabbia che istintivamente mi nasce dentro quando mi trovo a non poter far nulla dinanzi a certe ingiustizie.
Eppure il modo in cui Madre Clelia ha vissuto e ha portato avanti il suo progetto, anche quando le è stato portato via come un figlio dalla propria madre, mi ha trasmesso una calma "strana", che ha preso subito il posto della rabbia. Era la calma "strana" che sento quando provo grande ammirazione; e provo grande ammirazione quando, da piccoli progetti, vedo nascere opere grandi.
Credo che serva un potere speciale per dar vita a movimenti di fede così grandi e così importanti da unire persone di nazioni anche molto distanti, un potere che supera i limiti dell'ordinario, appunto, e arriva a toccare anche l'anima delle persone che verranno dopo la propria esistenza. Se Madre Clelia è riuscita in questo, il suo carisma non può che essere fonte di ispirazione per me, per i progetti che vorrei realizzare e per la ricerca della fede che tutti noi cerchiamo di alimentare ogni giorno. Senza di lei io oggi non sarei qui; voi sareste altrove, forse in altri ordini; non ci saremmo mai incontrate ed io non avrei conosciuto la parte migliore di questa cosa che chiamiamo cristianità, che siete voi ed è la vostra infinità umanità.
Mi sento di dover ringraziare una donna teoricamente molto distante da me, che pure in qualche modo mi ha portata qui e che oggi sento viva più che mai col suo grande carisma manifesto in voi. E vorrei dirle (anche se già lo sa, ma io glielo dico lo stesso) che la sua vita è servita, 150 anni dopo, a salvarne altre, una delle quali è qui oggi in mezzo a voi.

Marianna Panzarino
studentessa in Legge



Torna alla pagina precedente