Home Page > Le nostre opere > Giovani e vocazione > Incontro a Pineto (24/02/2013)

Incontro a Pineto (24/02/2013)


L’incontro è cominciato alle 8, quando noi ragazzi siamo stati accolti presso la casa delle suore di Pineto, che ci avevano preparato una stupenda e ricca colazione. Prima però, Suor Lucia e le 2 ragazze venute con lei ci hanno insegnato 2 canti che avremmo utilizzato durante la giornata. Dopo la colazione Suor Lucia ci ha fatto riflettere sulla figura del profeta Giona, e poi abbiamo preparato i canti per animare la S. Messa solenne delle ore 11 presso la nostra parrocchia Santa Agnese.

Al termine della messa siamo rientrati nella casa per il pranzo preparato con il cuore dalle nostre suore, dopodiché ci siamo svagati con canti tradizionali diretti dalla simpaticissima Suor Elvira. Verso le 14 abbiamo fatto una bella passeggiata lungo la battigia del mare, momento nel quale ognuno ha potuto confrontarsi con gli amici e Suor Lucia si è resa disponibile al dialogo e nel consigliare i giovani nel modo giusto di affrontare la vita e le problematiche giovanili.

Alle 15 siamo rientrati nel giardino della casa delle suore e siamo rimasti all’aperto, nella magica atmosfera di una giornata invernale riscaldata da un sole che ci mostrava tutta la sua gioia nel vederci lì, per parlare del tema di Gesù e l’adultera, intervallando con canti e riflessioni che si associano alla nostra vita e al nostro cammino di fede.

Alle ore 16 ci siamo raccolti presso la cappella delle suore per l’adorazione eucaristica. Che grande emozione vedere quella stanza gremita di giovani che, assetati, non lasciavano disperdere nemmeno una goccia delle belle e calde parole che ci proponeva Suor Lucia. Bello anche il profondo gesto del parroco D. Guido che, quando ci ha visitati nel momento dell’adorazione, ha mostrato la sua gratitudine nel vederci immersi nella profondità della Parola che si propone come ancora di salvezza alla società futura.

Tra canti, letture e riflessioni, abbiamo concluso con un gesto bellissimo, nella mistica atmosfera ognuno si è prostrato davanti quell’ostia, quel pezzo di pane nel quale si nasconde l’immensità dell’amore di Dio e, aprendo il cuore, nel silenzio ci siamo confidati con lui chiedendogli cosa desideriamo rendendoci disponibili a cosa chiede lui dalla nostra vita. Prima di tornare a posto, dall’altare, ognuno ha preso un piccolo crocifisso con un grande e vivo cuore al centro, un pensiero ricco di significato che ha voluto offrirci Suor Ester come ricordo di questa magnifica giornata vissuta insieme alle nostre suore e ai giovani, immersi nell’Amore del cuore di Cristo.


Pasquale



 //_ //_

Si può leggere un passo della Bibbia sorridendo e scherzando? Sì, si può! Ed è un bellissimo modo per cominciare la mattinata. Ed è proprio questo che ha reso speciale l’incontro di domenica. Suor Lucia, in modo gioioso e simpatico, ci ha presentato il personaggio di Giona, forse non troppo conosciuto a noi giovani di Pineto. E ce l’ha presentato come un personaggio così radicato nella sua umanità che tutti noi ci siamo rivisti nei suoi difetti, nella sua pigrizia quando il Signore lo “disturba” chiamandolo, nel suo egoismo quando pensa più al suo bene ed alla sua incolumità piuttosto che ascoltare quello che il Signore gli comanda, nel suo intestardirsi delle proprie convinzioni, nel suo mettere il broncio quando qualcosa non va come lui vorrebbe. Forse è difficile credere che ci sia un Padre così buono e misericordioso, che è sempre pronto ad amare più di noi, a perdonare più di noi, a comprendere più di noi. Forse è proprio questo che ci fa sentire piccoli e indegni, tanto da desiderare, come Giona, la morte, quella spirituale, quando, pur di rimanere nelle nostre piccole sicurezze, respingiamo l’amore di Dio e fuggiamo da Lui. Ma come un genitore amorevole che medica e coccola il bambino che è scivolato e si è fatto male, nonostante i suoi avvertimenti, così il Signore è pronto ad abbracciarci quando, cocciuti e testardi, perseveriamo nel peccato e ci allontaniamo da Lui, e poi, con la coda tra le gambe, torniamo a pregarlo quando tocchiamo il fondo e non vediamo più la luce. Così come lo è stato per Giona, per i giovani rispondere alla chiamata è complicato. È complicato perché ci sono troppe cose che ci distraggono, perché prima di assaporare quant’è bello stare in presenza del Signore e capire quanto sia vitale la Sua presenza nella nostra vita, dobbiamo lasciare tutto ciò che ci è noto e ci dà sicurezza, e fare un tuffo verso qualcosa di sconosciuto. Eppure io sento che ognuno di noi, partecipando all’incontro di domenica e rispondendo ad una, seppur piccola, chiamata, sente dentro di sé di non aver fatto scelta migliore, e di essere uscito da quella giornata con un cuore nuovo, carico, gioioso e pieno di buoni propositi.

Nel pomeriggio poi ci siamo soffermati sulle insicurezze dell’uomo. Come la conchiglia che vuole a tutti i costi espellere e liberarsi da quella pietrolina che la ferisce e la fa soffrire, così noi delle volte sentiamo di voler eliminare i nostri difetti, tanto da alterare la nostra persona e modificarla. Dovremmo invece accettarci così come siamo, perché ognuno di noi è unico e speciale, con i suoi pregi e i suoi difetti, e proprio quel difetto che vorremmo eliminare, potrebbe essere la piccola perla che ci rende preziosi e diversi.

Infine, in adorazione davanti di Gesù, abbiamo riflettuto su quanto sia facile giudicare e accusare gli altri, e quanto difficile sia invece riconoscere la propria imperfezione. Così come gli scribi e i farisei condussero la donna adultera davanti a Gesù, così noi spesso puntiamo il dito verso qualcuno. Ma chi, tra noi, potrebbe scagliare, con coscienza pulita e cuore puro, la prima pietra? Sforziamoci di più allora a perdonare, a non giudicare, ad essere portatori di pace, a fare il primo passo anche quando non spetta a noi, a fare cioè come Gesù, che ha perdonato quella donna ancor prima che lei fosse pentita!

Arianna

/-/   /-/

Siamo ritornate da un'altra avventura con la gioia del cuore e dei nuovi insegnamenti. Dio ha parlato ai nostri cuori anche per mezzo di Suor Lucia che ci ha seguiti.

Sabato 23 Angela, suor Lucia ed io siamo state in visita a Loreto, dove il silenzio ci ha permesso una preghiera più profonda e la pioggia una benedizione più efficace. Arrivate a Pineto Suor Ester, Suor Annarita, Suor Elvira e Suor Ilde ci hanno accolto con gioia, e ci hanno presentate ai giovani del coro parrocchiale, attivi nella loro vita di fede!
In mattinata abbiamo riflettuto sulla storia di Giona e abbiamo notato l'influenza di Dio su di essa: la capacità dell'uomo di aspettarsi sempre da Dio il bene e l'inaspettata durezza del rimprovero del Padre.

Ci siamo uniti alla Celebrazione Eucaristica con l'animazione del canto e c'è stato un momento di ricreazione con il pranzo.
Nel pomeriggio abbiamo considerato, sulla spiaggia, l'importanza di noi stessi, leggendo la storia della perla. Inoltre ci è stata proposta la storia dell'adultera perdonata dal nostro Dio misericordioso e abbiamo chiesto perdono per tutte le nostre mancanze durante l'adorazione. Abbiamo sentito molto vicino anche il parroco,don Guido, che è sempre presente.
Ancora una volta abbiamo capito di essere preziosi agli occhi di Dio e che Lui stesso ha bisogno del nostro amore e della nostra fiducia.
"Dio mi ha dato, Dio mi ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore"...SEMPRE!

Cristina


 Alcuni momenti della giornata
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore


Torna alla pagina precedente